La Storia

La nostra organizzazione è nata nei primi anni ’50 a Lucca, in Piazza San Romano, n. 16, con la denominazione di “Associazione degli Artigiani della Provincia di Lucca”. Presidente venne nominato Oreste Paradisi, artigiano intagliatore del legno. I Primi addetti all’associazione furono Guccione e Fortini che iniziarono a fare servizi essenziali, buste paga e contabilità agli artigiani che, prevalentamente, provenivano dal mondo del lavoro dipendente.
Agli inizi degli anni ’70 subentrò Ilvo Piampiani con le funzioni di segretario, e la sede venne trasferita in Via del Peso, dove si è svolta l’attività prevalentamente di servizi; mentre a Viareggio, dal 1976, l’associazione si era maggiormente indirizzata sul piano sindacale, dotandosi anche di una struttura organizzativa più complessa. E’ in questo periodo che inizia la collaborazione con la Cna (Confederazione Nazionale dell’Artigianato), per dare migliori risposte alle esigenze degli artigiani e qualificare l’associazione.
Con un formale atto di assemblea, viene deciso di aderire alla C.N.A. e di costituire l'”Associazione degli Artigiani della Provincia di Lucca – Cna”, con sede a Viareggio. Presidente fu eletto Ivano Bianucci, mentre i primi segretari furono Marco Montemagni e Paolo Gragnani.
Nei primi anni ’80, sotto la presidenza di Massimo Peravenne data una spinta innovativa all’associazione con l’ingresso di alcuni giovani funzionari; fra questi, Stephano Tesi e Fabrizio Manfredi che ricoprì la carica di segretario dal 1983 al 1989. Nel contempo a Lucca, con l’ingresso di Rolando Serafini quale responsabile di zona, la sede viene trasferita in Via del Brennero n. 40 (1982), dove, progressivamente, si è andata sviluppando l’attività dell’organizzazione.
In quel periodo la CNA, oltre a svolgere un’ampia attività sindacale di categoria, decide di costituire una serie di società di servizi:
il C.S.A. (Centro Servizi per l’Artigianato), nel 1986 per la contabilità IVA e paghe l’Artigian Fidi, nel 1987, per la garanzia dei fidi la COGALVA, nel 1988 per l’erogazione dei prestiti il Consorzio d’Insediamento Ex-Apice, nel 1989 per la ristrutturazione dei capannoni del calzaturificio Apice e di aprire nuove sedi:
Altopascio, Bagni di Lucca, Pietrasanta.
Nel 1989, con l’elezione di Enrico Barachini come presidente e Giovanni Giannerini segretario, viene deliberato che la sede provinciale dell’organizzazione fosse trasferita a Lucca.
In questa fase la CNA decide di promuovere due importanti consorzi per gli insediamenti produttivi:
il Consorzio 1990 a Pietrasanta
il Consorzio Insediamento Viareggio
e viene deliberato di costituire la Cna-Progetti Srl, società specializzata nel campo della sicurezza e dell’ambiente.
L’organizzazione, con Barachini e con Angelini come direttore dal 1994, si è andata decisamente strutturando con un’importante impianto di servizi di pari importanza sia a Lucca, che a Viareggio; sono state introdotte nuove figure professionali giovani e si è radicata in uguale misura sul territorio provinciale con iniziative importanti per l’artigianato e per le P.M.I., per queste ragioni la CNA si trasforma in Confederazione Nazionale dell’Artigianato e della Piccola e Media Impresa.
A dimostrazione del livello rappresentativo raggiunto, la CNA ottiene, per la prima volta, un rappresentante nella Giunta della Camera di Commercio di Lucca (1997).
Nel 1997, con l’ingresso di una nuova dirigenza, e con Bruno Nelli come presidente si è progettato l’acquisto delle sedi, il rafforzamento del sistema societario, e quello sindacale:
1) Costituzione del CAFCNA-LUCCA, nel 2000, che è subentrato alla C.S.A. mentre quest’ultima si è accreditata come Agenzia Formativa
2) Trasformazione della COGALVA in Artigian Credito, con un allargamento dei prodotti e dei servizi
3) Costituzione di una serie di consozi alle imprese (Calis per gli idraulici, Sercar per le carrozzerie, VRA per i meccanici)
4) Adesione di associazioni (CAVAM per i parrucchieri, ACCCV per i costruttori di carri di carnevale)e di consorzi (COVETAX per i taxisti)
5) promozione di consorzi nel settore della nautica (ATINV, Consorzio della Cantieristica, Polo Nautico Spa)
6) Partecipazione alla costituzione della Banca di Lucca.
Nel biennio 2002/2003, di notevole importanza è stata l’operazione condotta dalla CNA, tramite la Polo Nautico Spa (società consortile di 12 imprese) che ha rilevato il cantiere SEC di Viareggio, con la riconversione dal settore mercantile al diporto, consentendo la salvaguardia dell’occupazione.
La prima sede, quella di Viareggio, è stata inaugurata nel novembre 2001, mentre la seconda, quella di Lucca, è stata inaugurata il 3 novembre 2002 con la partecipazione delle massime autorità provinciali e regionali, e con la presenza del presidente del Senato Sen. Marcello Pera.
E’ indubbiamente un’evento storico quello del 3 novembre 2002 per la CNA di Lucca, la nuova sede, recentemente acquistata, è un salto di qualità che la nostra organizzazione si è conquistata con anni di lavoro e con il grande impregno da parte di tutti, dipendenti, funzionari e artigiani. Con l’attuale acquisto della sede di Lucca, in Via Romana 615/P, di cui andiamo veramente orgogliosi, perchè ci ha consentito di raddoppiare gli spazi e le attività, dotandoci di impianti informatici moderni e tecnologicamente avanzati.
Ciò consente una collaborazione particolarmente idonea legata allo sviluppo economico di Lucca e della Piana, disposta su due piani con 16 uffici ed un’ampia sala riunioni, abbiamo cinque sedi sul territorio che ci consentono di essere un punto di riferimento per tutto il sistema delle piccole imprese e del mondo dell’artigianato.
Nel luglio 2003, in seguito alla designazione di Guido Angelini come coordinatore nazionale della CNA Nautica, la direzione ha nominato come direttore Stephano Tesi..
Nell’Ottobre 2003 inaugurazione ed acquisto della nuova sede di Altopascio in Via Galeotta con la partecipazione del sottosegretario Francesco Bosi.
Il 26 Giugno 2005, a Lucca, si è tenuta l’Assemblea Elettiva della CNA che ha fortemente rinnovato la presidenza e la direzione, eleggendo Ugo Da Prato Presidente e Leopoldo Pacioni Vicepresidente, e nominando Paola Michelotti ed Enrica Tonini nella presidenza provinciale.

Il 2006 si è in particolare caratterizzato dalla:

1) Fusione di Acl in Artigiancredito Toscano e con la costituzione del comitato di Filiale presieduto da Paola Michelotti.
2) Riorganizzazione delle società CafCna-Lucca Srl (Presidente Pacioni Leopoldo), Csa (Presidente Bernacchi Leonardo), Cna Progetti, Artigianfidi con la nomina dei nuovi consigli di amministrazione.
3) Nomina di Bruno Nelli come componente nella Giunta della Camera di Commercio di Lucca.